Omelia di Domenica 28 agosto 2022 - XXII Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

Se avete fatto caso, nel Vangelo che abbiamo ascoltato tutto ruota attorno ad un banchetto. Gesù amava parlare di Dio e della vita prendendo a immagine lo stare a tavola. Io questa mattina mi soffermo sulla 2^ delle 2 parabole ascoltate. Quando offri una cena non invitare né amici, né fratelli, né parenti, né vicini ricchi, bensì poveri, storpi, zoppi, ciechi. Traduco così, per noi, queste parole di Gesù: “Osserva le tue relazioni, non puoi sempre preferire parenti e amici, ma anche coloro a cui nessuno pensa. Abìtuati a mettere gli occhi anche su chi nessuno accoglie. Se stai organizzando una festa e stai riflettendo su chi invitare, pensa a chi mai nessuno invita. Se c’è, invitalo.”

Omelia di Domenica 21 agosto 2022 - XXI Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

Gesù nel Vangelo ci ha parlato di una porta stretta, davanti alla quale c’è una folla che si accalca e preme per entrare, ma c’è un ostacolo: tanta di questa gente non riesce ad entrare perché la porta è troppo stretta. Risentiamo le parole di Gesù: Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno. La porta è stretta, perché?

Omelia di Domenica 15 agosto 2022 - Festa dell'Assunta

Siamo nel cuore dell’estate e la Parola di Dio che abbiamo ascoltato invita noi credenti a vivere questo 15 agosto in compagnia di Maria. Noi raccogliamo quest’invito. Se ci diamo il tempo di leggere nel Vangelo tutto ciò che riguarda Maria, vien da dire: Maria visse in funzione di Gesù, visse per poter mostrare al mondo Gesù. Provo a dimostrare questa affermazione.

Omelia di Domenica 14 agosto 2022 - XX Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

Questa mattina è davanti a noi un Vangelo dalle parole forti, provocatorie. Mi sto riferendo soprattutto a due frasi di Gesù.
> La 1^ - Sono venuto a gettare fuoco sulla terra e quanto vorrei che fosse già acceso! Nel 2016, mi trovavo a Cracovia con i giovani alla GMG. Il Papa, commentando queste parole di Gesù, più volte ripetè: Incendiate il nostro pianeta, cari giovani! E qualche secolo prima, S. Ignazio di Lojola, a dodici giovani gesuiti in partenza per una missione all’estremità del mondo diceva: Andate e incendiate il mondo! E’ esattamente questo che vuol dire il Vangelo di questa domenica: siamo chiamati a essere degli incendiari, persone capaci di accendere attorno a sé il fuoco della fede, della speranza e dell’amore.

Omelia di Domenica 7 agosto 2022 - XIX Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

Pure questa domenica devo dire: è una miniera di spunti di riflessione il Vangelo che abbiamo ascoltato. Ci sono poi alcune righe che hanno dell’incredibile. Avete mai visto voi un subalterno, un suddito, un inserviente venire servito dal suo padrone? Bè, il Vangelo ci ha proprio parlato di un signore, che parte per un paese lontano lasciando alla servitù la custodia della sua grande casa e delle sue proprietà. Ora, nella simbologia della parabola il padrone è Dio, che si fida totalmente di noi e delle nostre capacità. Sta qui la bella notizia del Vangelo di oggi: noi crediamo in Dio ma anche Dio crede in noi.

Omelia di Domenica 24 luglioi 2022 - XVII Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

Il Vangelo di questa domenica è una miniera di cose preziose. Vuole intrattenerci sul tema della preghiera. E lo fa raccontandoci la storia di 3 amici, una storia che è iniziata così: Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli. Il seguito lo tralascio perché l’avete sentito.

Omelia di Domenica 10 luglioi 2022 - XV Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

Quante omelie, quante catechesi, quanti ritiri spirituali ho dedicato al racconto del smaritano, che abbiamo appena ascoltato. Ho detto tra me e me: cosa mai potrò dire che già non abbia detto?! Ho pensato allora di concentrarmi su un verbo, ripetuto più volte: vedere. Alludo a questo passaggio: Un sacerdote scendeva per quella strada e, quando lo vide, passò oltre. Anche un levita, giunto in quel luogo, vide e passò oltre. Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto, vide e si fermò.

Omelia di Domenica 3 luglioi 2022 - XIV Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

Il Vangelo di questa domenica racconta la prima esperienza di annuncio del Vangelo che fece un nutrito gruppo di discepoli di Gesù, 72 dice il testo evangelico. Probabilmente quel giorno Gesù disse: amici cari, è già da un po' di tempo che siete con me, vedendo quel che dico e quel che faccio. Ora tocca a voi, è ora che pure voi diate inizio all’annuncio del Vangelo. Non solo io, anche voi dovete farvi carico dell’annuncio del Vangelo. Si spiega così l’inizio del Vangelo di questa domenica: il Signore designò altri 72 e li inviò a 2 a 2 in ogni città.

Omelia di Domenica 26 giugno 2022 - XIII Domenica del Tempo Ordinario, Anno C

In quest’ultima domenica di giugno il Vangelo ci invita a riflettere su tre brevi colloqui che Gesù ebbe mentre era sulla via per Gerusalemme. Mi soffermo sul secondo e terzo.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.